Professione: reporter

David Locke (Jack Nicholson), reporter affermato, durante un viaggio nel Sahara si imbatte nel cadavere del trafficante d’armi David Robertson (Charles Mulvehill), quasi un suo sosia, e, disgustato della sua vita, ne assume l’identità. Rientrato in Europa e precisamente in Spagna verrà aiutato da una misteriosa ragazza a sfuggire alla moglie di Robertson che sta cercando il marito.

Locke diventa Robertson, e Robertson diventa Locke, ma nonostante questo, nessuno potrà mai uccidere il loro “io”, ciò che li caratterizza e che li rende individui.

Leggi il resto di quest’articolo »

Conoscenza carnale

Sandy (Art Garfunkel) e Jonathan (Jack Nicholson) sono due studenti universitari che vivono nella stessa camera e sono soliti scambiarsi confidenze riguardanti le loro esperienze sessuali, e ad i loro gusti. Sandy conosce ad una festa Susan una ragazza con cui allaccia una relazione. Jonathan, tradendo la fiducia dell’amico, riesce a sua volta ad avere una breve avventura con la ragazza, ma questa, conoscendo la debolezza di Sandy, preferisce restare con lui. Passa il tempo e Sandy, laureatosi in medicina, sposa Susan, mentre Jonathan inizia a convivere con Bobbie (Ann-Margret). Ben presto però le due coppie entrano in crisi.

È più importante amare o scopare? Dipende dai punti di vista, forse; oppure dipende da come gli altri si approcciano a noi, o ancora, da come il nostro fisico risponde a questi ultimi comportamenti.

Leggi il resto di quest’articolo »

Easy Rider

Billy (Dennis Hopper) e Wyatt (Peter Fonda), soprannominato Capitan America, si mettono in viaggio con le loro moto con l’obbiettivo di raggiungere New Orleans per il carnevale. Lungo la loro strada incontrano un avvocato di nome George (Jack Nicholson) che decide di unirsi a loro e insieme, lungo le strade americane, incontrano ogni tipo di stranezza e di intolleranza, sia nei loro confronti, che in quelli degli altri.

Ci sono poche presentazioni da fare, Easy Rider è già un classico entrato nell’immaginario collettivo, uno dei primi veri cult movie nel senso che intendiamo noi oggi (ovvero, quello di film intramontabile) ed uno dei classici degli anni Sessanta più famosi.

Leggi il resto di quest’articolo »

The Departed – Il Bene e il Male

Scorsese ha perso smalto, di questo se ne sono accorti quasi tutti, non ha più l’abilità narrativa di una volta, non sa più conciliare in modo perfetto, come faceva ai vecchi tempi, la storia dell’America vista dalla prospettiva dell’ultimo dei morti di fame della società con il conflitto tra morale, fede e sangue, che si svolgeva all’interno di questo; però una cosa è sicura, i suoi film di mafia, ormai, si girano praticamente da soli, ed è profondamente sbagliato pensare che sia un regista che si copia da solo o che fa dei film tutti uguali, anzi, ben che gli argomenti siano quasi sempre gli stessi (la malavita dei piccoli borghi, la cattiva coscienza del paese e così via), le sfaccettature, i caratteri e le emozioni che fuoriescono da ogni da ogni prodotto, sono a miracolosamente a se stanti.

Leggi il resto di quest’articolo »

 
    Web developed by Z3N.it
    Hosting WordPress by HardyPress