Inception

Dom Kobb (Leonardo DiCaprio) è decisamente il miglior ladro in circolazione nel suo campo. Stiamo parlando della pericolosa e difficile arte di estrarre segreti rilevanti dall’inconscio durante la fase onirica, il momento in cui la mente abbassa tutte le sue difese e diventa vulnerabile. Questa abilità ne ha fatto un personaggio di rilievo nel mondo dello spionaggio industriale, ma il prezzo che ha dovuto pagare per la sua notorietà è di essere stato condannato ad una eterna fuga. Egli dunque è privato della possibilità di amare e di essere amato, finché non gli viene offerta una possibilità di redenzione e di uscita dal circolo vizioso. Questa volta però, Cobb e il suo team di specialisti, dovranno operare un totale ribaltamento di fronte e invece di sottrarre informazioni dovranno riuscire a crearne: invece di rubare semplicemente un’idea dovranno farla nascere, generarla da zero.

Leggi il resto di quest’articolo »

L’elemento del crimine

Il detective Fisher, reduce da un viaggio in un Europa crepuscolare, dominata da disordine, caos e morte si confessa ad uno psicoanalista del Cairo. Fisher, tornato in Egitto traumatizzato dall’Europa dove ha condotto un’indagine su una serie di omicidi, si confida con il suo psicoterapeuta e gli racconta del suo incontro con Osborne, il suo vecchio professore, autore del libro “L’elemento del crimine” dove si teorizzava che un poliziotto debba identificarsi con il criminale per svelare il mistero della sua condotta.

L’elemento del crimine, ovvero: qualcosa che non esiste se non in modo teorizzato, uno stato mentale che non è caratterizzabile, né generalizzabile, né trascrivibile, se non in u libro infinito che contiene un capitolo per ogni uomo o donna presenti sulla terra.

Leggi il resto di quest’articolo »

Fino all’ultimo respiro

Michel (Jean-Paul Belmondo) è un giovane spostato: moderno erede dei romantici maledetti è incapace di vivere secondo le regole della società borghese. Ruba un’auto, fugge verso l’Italia, ma la polizia lo insegue. Due agenti lo intercettano e Michel ne uccide uno. Torna a Parigi dove trova rifugio da Patricia (Jean Seberg), una giovane americana con la quale ha una complicata storia d’amore. La conclusione del loro rapporto coincide con una nuova denuncia alla polizia. Per Michel non finirà tutto liscio.

Leggi il resto di quest’articolo »

Infernal Affairs

Chen (Tony Leung Chiu Wai) è un agente di polizia infiltrato da più di nove anni e, mentre all’interno della polizia nessuno sa neanche che è in servizio, tra i malavitosi si è fatto un nome lavorando per il boss Sam (Eric Tsang). Lau (Andy Lau), invece, è stato tirato su dai malavitosi dello stesso boss di Chen, con lo scopo di farlo arruolare nella polizia fungendo così da talpa, e nel corso di una vita, il suo nome diventa sempre di maggior prestigio nel dipartimento. Le cose si complicano quando i rispettivi capi “ufficiali” dei due, il boss Sam e il capitano Wong (Anthony Wong), in lotta da anni, scoprono che all’interno delle loro squadra vi sono due rispettive talpe. Chen e Lau, dovranno così cercare di restare vivi tradendo ed uccidendo chiunque li ostacoli.

Leggi il resto di quest’articolo »

Hana-bi – Fiori di fuoco

Nishi (Takeshi Kitano), è un investigatore dai modi bruschi e distaccati, che dietro alla sua aria da duro, nasconde molto dolore: la moglie Miyuki (Kaioko Kishimoto) è affetta da leucemia e non ha speranza di guarire, non ha mai superato lo shock di aver visto morire due dei suoi migliori amici durante un’operazione di polizia ed è in debito con gli strozzini della yakuza. Dopo che il suo amico Horibe (Ren Osugi) finisce su una sedia a rotelle in seguito ad una sparatoria e dopo che il medico di sua moglie gli consiglia di riportare quest’ultima a casa, parte con lei per un viaggio.

Leggi il resto di quest’articolo »

Sonatine

Murakawa (Takeshi Kitano) è il braccio destro di un boss della yakuza. Viene inviato in missione con i suoi uomini, ma il vero scopo del suo spostamento (anche se non ne è al corrente), è quello di fare da bersaglio ai killer nemici. Dopo un massacro, per evitare altre imboscate, i sopravvissuti si rifugiano in una casa isolata su di una spiaggia e li, attendono di ricevere ordini da Murakawa, il quale deve riflettere su come uscire da quella situazione.

Dal Giappone con furore, o sarebbe meglio dire, con onore, “Beat” Takeshi un ex comico nipponico, piega al suo genio il genere noir, lo manipola e ne tira fuori qualcosa di nuovo e di spaventosamente rivoluzionario.

Leggi il resto di quest’articolo »

 
    Web developed by Z3N.it
    Hosting WordPress by HardyPress